Stand up for your …ice!

 

http://www.happyblog.it/post/7243/il-mistero-dei-fenicotteri

il mistero dei fenicotteri

Breve ritorno sul tema: vi siete mai chiesti come mai i fenicotteri sono spesso raffigurati in piedi su una sola zampa?  E’ un “comportamento naturale” questa è la risposta che la maggior parte degli interessati (non molti ovviamente) vi darà, e vi spiegheranno anche che così come per altri animali (es. cavallo) rappresenta un modo per riposare, alternare il peso del corpo su un arto e poi sull’altro. Ebbene ciò sembra non essere così assoluto, o quantomeno il beneficio del dubbio spero si insinuerà in voi dopo la lettura di quanto segue.
Matthew Anderson e Sarah Williams sono dei ricercatori della Saint Joseph’s University di Philadelphia e da anni studiano il comportamento animale. Tra  i tanti quello di Phoenicopterus ruber. Finora l’ipotesi maggiormente accreditata per tale comportamento, come detto, era una riduzione della fatica per le zampe, alternatamente lasciate a riposo, e per alcuni autori, anche la possibilità di spiccare il volo più velocemente per un’eventuale presenza di un predatore. Ma ciò non ha convinto i due ricercatori che hanno dimostrato sperimentalmente che l’energia impiegata e i tempi di fuga, per tali ipotesi, risultavano maggiori rispetto gli esemplari che poggiavano ben saldi su 2 zampe (mai dire ovvio…); così hanno ipotizzato una nuova e diversa spiegazione, basata sempre sulle numerose osservazioni:  la termoregolazione.  La maggior parte del tempo passata su una sola zampa per i fenicotteri è spesa mentre sono in acqua, nelle pozze dove si cibano e sostano lungo i loro spostamenti. Quindi molto probabilmente avere in una fredda pozza d’acqua una sola zampa al posto di due aiuta gli animali a disperdere meno calore. Ad avvalorare questa tesi c’è anche il fatto che gli uccelli non hanno mai dimostrato una preferenza per una o l’altra zampa su cui stare e che condizioni di vento di certo non agevolerebbero l’equilibrio utile per un’eventuale fuga dalla posizione monopodale; inoltre il “passo” avverrebbe proprio quando la temperatura di una zampa comincia ad  essere troppo bassa e rischiosa per la circolazione, insomma una crioterapia naturale (chiedete ai rugbysti dei benefici di una coraggiosa “ghiacciata” dopo una partita).

intanto godetevi questo piccolo e i suoi goffi tentativi
http://news.bbc.co.uk/earth/hi/earth_news/newsid_8197000/8197932.stm
la vignetta: http://www.happyblog.it/post/7243/il-mistero-dei-fenicotteri

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by Mimì on 14 febbraio 2011 at 11:04 pm

    mamma, fa freddo nell’acqua!!!

    Rispondi

  2. Posted by Mimì on 14 febbraio 2011 at 11:05 pm

    mamma che freddo che fa nell’acqua!!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: